Archivio di novembre 2013

17/11/2013: Bari, Cassano lascia il Pdl e va con Alfano

giovedì, 21 novembre 2013

C’è anche Massimo Cassano tra i tre parlamentari entrati a far parte del “Nuovo Centrodestra”, partito fondato
dal vicepremier Angelino Alfano. Cassano volta quindi le spalle a Raffaele Fitto che resta ben saldo al fianco del
Cavaliere. Ancora poco chiare le conseguenze di quanto accaduto. Si avvicinano infatti le elezioni 2014 che stabiliranno che siederà sulla poltrona del sindaco del capoluogo. Tutto da rifare per Fitto che dovrà decidere – e al più presto – chi sarà il candidato del centro destra avendo perso di certo la possibilità che fosse proprio Cassano – come per molto tempo si era vociferato – il candidato del Pdl. Si annuncia quindi una probabile spaccatura anche nel centro destra
barese a meno che il Pdl si decida a accettare l’ipotesi primarie.

21/11/13 : Bari, basta vessazioni ai danni di ristoratori e gestori di bar e pub

giovedì, 21 novembre 2013

Le regole vanno rispettate, me se sono vistosamente“mostruose e assurde” è compito delle istituzioni locali cambiarle. A maggior ragione se si abbattono su una categoria già piegata dalla crisi e da tasse e balzelli al di fuori di ogni logica. Per questo chiedo con forza al sindaco di Bari Michele Emiliano e agli assessori al Marketing territoriale e al Commercio di cercare e trovare un dialogo con i ristoratori e i gestori di bar e pub, colpiti e affondati dalla “innovativa”disposizione che impone tassativamente lo sgombero di tutti gli arredi esterni,inclusi i paraventi mobili, durante la chiusura delle attività commerciali. L’impressione è di una vera e propria guerra a chi investe, rischia, crea occupazione e soprattutto impedisce alla città di restare vittima del coprifuoco serale e notturno. E’ vero che si tratta di disposizioni che fanno parte del regolamento sulle occupazioni di suolo pubblico approvato dal consiglio comunale a luglio 2011, ma è altrettanto vero che si tratta di norme che hanno il solo fine di complicare ulteriormente la vita a questi imprenditori, spesso a capo di attività di piccole dimensioni.
L’amministrazione comunale ha il compito e il dovere di intervenire per migliorare la qualità della vita e l’aspetto generale di Bari. Rendere una città attrattiva sotto ogni punto di vista vuol dire necessariamente investire in idee, studiarle, attuare programmi e non di certo complicare la vita ai cittadini.

Sen. Massimo CASSANO
Nuovo Centrodestra

14/11/2013 : PRIMARIE, SCELTA DEL CANDIDATO SINDACO A BARI

giovedì, 14 novembre 2013

Solo un percorso leale, democratico, condiviso può portare alla scelta di un candidato sindaco per il centrodestra barese che possa vincere le prossime elezioni amministrative. Diciamo no invece a nomi“calati” sul territorio, no alle decisione prese da pochi e che non tengono in alcun conto quelle che sono le esigenze, le priorità, le criticità che –segnalate dagli stessi cittadini – possono determinare in tempi brevi una puntuale inversione di tendenza nel governo della città dopo anni di immobilismo amministrativo. Ci vuole passione, ma non solo. Il centrodestra, con il Pdl/Forza Italia in testa, deve compiere uno sforzo maggiore e più incisivo rispetto agli avversari politici, con una strategia nuova che non lasci nulla al caso e pianifichi attentamente di concerto con quella società civile che dovrà essere in prima linea nell’impegno per il rilancio della seconda metropoli del Sud Italia. Per questo chiedo con forza un coinvolgimento “dal basso”, con assemblee cittadine da avviare al più presto e incontri e confronti con Comitati di quartiere, rappresentanti delle Circoscrizioni, categorie professionali e dell’economia reale, Associazioni giovanili e di volontariato, studenti: uniti per fare sintesi e proporre candidature forti e idonee a quel passaggio non più rinviabile – per un centrodestra moderno – che saranno le primarie di coalizione e che consegneranno alla città il nome – scelto dalla città stessa – del candidato sindaco. Il prossimo governo della città capoluogo dovrà necessariamente essere espressione di un reale percorso di proposta, elaborazione, ascolto e sintesi, con tempi, contenuti e modi largamente condivisi, partecipati e sostenuti dai cittadini e nei quartieri. La scelta finale dovrà essere espressione dei valoridi un moderno centrodestra, che sappia parlare a tutta la società con contenuti, donne, uomini e programmi innovativi. Tutti dovranno recitare una parte di primo piano con l’obiettivo comune di riportare il Pdl e il centrodestra a svolgere il ruolo di protagonista nel futuro della città e della regione.

Sen. Massimo CASSANO Gruppo Pdl