21/11/13 : Bari, basta vessazioni ai danni di ristoratori e gestori di bar e pub

Le regole vanno rispettate, me se sono vistosamente“mostruose e assurde” è compito delle istituzioni locali cambiarle. A maggior ragione se si abbattono su una categoria già piegata dalla crisi e da tasse e balzelli al di fuori di ogni logica. Per questo chiedo con forza al sindaco di Bari Michele Emiliano e agli assessori al Marketing territoriale e al Commercio di cercare e trovare un dialogo con i ristoratori e i gestori di bar e pub, colpiti e affondati dalla “innovativa”disposizione che impone tassativamente lo sgombero di tutti gli arredi esterni,inclusi i paraventi mobili, durante la chiusura delle attività commerciali. L’impressione è di una vera e propria guerra a chi investe, rischia, crea occupazione e soprattutto impedisce alla città di restare vittima del coprifuoco serale e notturno. E’ vero che si tratta di disposizioni che fanno parte del regolamento sulle occupazioni di suolo pubblico approvato dal consiglio comunale a luglio 2011, ma è altrettanto vero che si tratta di norme che hanno il solo fine di complicare ulteriormente la vita a questi imprenditori, spesso a capo di attività di piccole dimensioni.
L’amministrazione comunale ha il compito e il dovere di intervenire per migliorare la qualità della vita e l’aspetto generale di Bari. Rendere una città attrattiva sotto ogni punto di vista vuol dire necessariamente investire in idee, studiarle, attuare programmi e non di certo complicare la vita ai cittadini.

Sen. Massimo CASSANO
Nuovo Centrodestra

Lascia un Commento