Massimo Cassano con il Nuovo Centro Destra

www.massimocassano.it
Sen. Massimo Cassano

11 Settembre 2012

Vuoto per pieno” nella riabilitazione psichiatrica, interrogazione di Cassano

La riabilitazione psichiatrica, dalla chiusura degli ospedali psichiatrici
in poi, è affare delle cooperative. I servizi che le Asl compravano da queste
coop, non erano a retta, ma "a progetto", vale a dire per un numero “X” di
posti vuoto per pieno. Questa situazione è continuata anche quando altri
soggetti accreditati si sono inseriti nel settore, ma sempre e solo per le
coop. Nel 2009 la Asl Ba contrattualizza per la prima volta il rapporto con
le “Crap”, le comunità riabilitative psichiatriche, ma mentre le coop continuano
a fatturare il vuoto per pieno, i nuovi arrivati fatturano solo per
prestazione effettivamente rese. Nel 2010, il Dipartimento salute mentale della Asl Ba,
invia a tutte le Crap un invito, con allegato modellino, a fatturare "i
posti disponibili". In questo modo si uniformano le nuove strutture alle coop.
Tutto questo fino alla nota dell'Ares – pubblicata sui giornali - con la quale la
stessa denunciava un malcostume non più procrastinabile, con ben 8.000.000
di euro solo negli ultimi tre anni elargiti senza avere nulla in cambio.
Insomma ancora danni enormi per le casse malmesse della sanità pubblica pugliese,
questa volta dalla psichiatria che pure è una “voce” essenziale della
assistenza sul territorio.
>Per questo presenterò un'interrogazione al presidente della Giunta
regionale,
>Nichi Vendola e all'assessore alle politiche della salute, Ettore Attolini
>affinché la restituzione degli importi del “vuoto per pieno” sia condizione
>indispensabile per il rinnovamento del contratto di convenzione. E che
>soprattutto questo passaggio avvenga in tempi quantomeno ragionevoli, dal
>momento che nel braccio di ferro in atto, di mezzo si trovano i pazienti che
>rischiano di diventare una merce di scambio. Né in alcun modo appare
>condivisibile la gestione politica della questione da parte della Asl che –
da
>quanto si apprende dalla Gazzetta del Mezzogiorno - intende pagare solo le
>fatture per le prestazioni eseguite per il futuro, rinviando ogni decisione
sul
>resto e quindi anche sul recupero delle somme, dal momento che alcune
strutture
>hanno già rinunciato al vuoto per pieno e hanno restituito i soldi.
Copyright 2013 massimocassano.it - Pagina ufficiale di Massimo Cassano - Pixellers