Massimo Cassano con il Nuovo Centro Destra

www.massimocassano.it
Sen. Massimo Cassano

29 Settembre 2017

COSTI SANITA’, nota del sen. Massimo Cassano

Il senatore Massimo Cassano, parteciperà questo pomeriggio (ore 17, aula del Consiglio regionale pugliese, in via Capruzzi 204 a Bari) al dibattito in occasione della pubblicazione su “Il controllo Costi in un’Azienda sanitaria: dalla contabilità analitica ai costi standard” ad opera del prof. Francesco Albergo, docente di Risk Management e Controllo delle Aziende Sanitarie, Università LUM Jean Monnet, direttore Operativo della LUM School of Management. Si tratta di un contributo su tematiche di grande attualità, oggetto di un vivace confronto soprattutto in relazione alla necessità di ripensare i criteri di distribuzione delle risorse pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale.

“Personalmente, da politico e da uomo, non ho mai accettato un approccio in tema di assistenza sanitaria che metta il pallottoliere davanti alla missione di aiutare, e farlo nel migliore dei modi, chi soffre. Fin dai tempi in cui ero in consiglio regionale ricordo le battaglie portate avanti con forza e testardaggine per le aperture, dopo lavori durati vent’anni – ripeto, vent’anni – dell’ospedale dell’Alta Murgia e per quel presidio di lotta alla sofferenza e al dolore che è oggi l’istituto oncologico di Bari, i cui lavori di ristrutturazione – ripeto, ristrutturazione – sono durati più di dieci anni. Voglio dire, anche se è evidente l’esigenza contingente di una rigorosa ma attenta riduzione della spesa pubblica in materia sanitaria, come non sia opportuno solo risparmiare sulla valorizzazione meritocratica dei giovani professionisti del Sistema sanitario nazionale e sulle strutture messe loro a disposizione per esercitare tale scienza. Non è possibile fare tagli lineari delle risorse destinate alla sanità a scapito di questi giovani e anche di livelli europei nell'assistenza. Occorre, a mio avviso, evitare sprechi di denaro pubblico, vigilando sull’effettivo utilizzo delle risorse destinate alla sanità e perseguendo con ogni mezzo eventuali abusi”, ha detto in proposito il sen. Cassano.

“Ritengo essenziale – ha aggiunto - che l’Italia continui ad avere un servizio sanitario pubblico di qualità, ben radicato sul territorio e in grado di far fronte alle esigenze della collettività, perché sono convinto che uno dei criteri per misurare il grado di civiltà di una nazione sia proprio quello dell’efficienza del proprio sistema sanitario. E ritengo altresì necessarie superare con ogni sforzo i divari che tutt’oggi vedono un centro nord a livelli spesso superiori agli standard europei, contro un sud che stenta e alimenta i viaggi – i costosi viaggi – della speranza”.
Copyright 2013 massimocassano.it - Pagina ufficiale di Massimo Cassano - Pixellers